Una caratteristica che unifica tutte le forme di vita che conosciamo è la presenza di unità di base chiamate cellule. La maggior parte delle cellule ha dimensioni microscopiche e non è visibile a occhio nudo. Ogni cellula svolge funzioni necessarie alla vita ed è potenzialmente capace di generare altre cellule. Le informazioni per svolgere tali funzioni risiedono in molecole chimiche di acido deossiribonucleico (DNA), organizzate in strutture dette cromosomi. Negli Archei e nei Batteri (organismi procarioti) il DNA si trova libero all'interno della cellula, mentre in tutti gli altri viventi (organismi eucarioti) è racchiuso nel nucleo cellulare, delimitato da una membrana.

Esistono esseri viventi formati da una sola cellula, come i batteri, molti protisti e funghi (lieviti) e altri costituiti da più cellule. Negli organismi pluricellulari, le cellule si aggregano con vari livelli di complessità e si specializzano per compiere diverse funzioni. Tra ogni cellula e il suo ambiente esterno, sia esso costituito dall'ambiente fisico o da altre cellule, c’è uno scambio continuo di materia, energia ed informazioni; le caratteristiche interne restano tuttavia costanti e diverse da quelle esterne.

...
Gli organismi unicellulari, come i protozoi, alcune alghe e i lieviti, svolgono le stesse funzioni vitali di quelli pluricellulari.
...
Più organismi unicellulari, come le alghe Volvox, possono formare colonie in cui le cellule sono in comunicazione tra loro.
...
Organismi pluricellulari come le alghe, i funghi e le spugne, hanno cellule poco differenziate, che non formano veri tessuti.
...
I rotiferi sono animali costituiti da un centinaio di cellule specializzate per compiere funzioni specifiche.
...
Nelle piante e negli animali superiori si formano tessuti con una grande quantità di specializzazioni.
...
Un organo, coma la radice, è costituito da molti tessuti diversi deputati a svolgere diverse funzioni.

Tutte le cellule hanno un ciclo vitale: nascono, crescono, possono duplicarsi e dopo un periodo di tempo, variabile a seconda del tipo di cellula, muoiono. Prima della divisione cellulare, il corredo cromosomico della cellula viene duplicato così che le cellule figlie ne ricevano ognuna una copia, garantendo così il passaggio delle stesse informazioni.

...
...
...
...
...
...

Negli organismi pluricellulari, le cellule si aggregano con diversi livelli di complessità. Nelle alghe, nei funghi e nelle spugne, pur associandosi ed essendo in comunicazione tra loro, le cellule non formano veri e propri tessuti. Il corpo vegetativo di alghe e funghi, detto tallo, mostra diversi gradi di complessità, fino a differenziare, in alcune alghe, strutture che ricordano quelle delle piante.

...
Nel tallo di alcune alghe, ad esempio Ulva lactuca, le cellule sono scarsamente differenziate e comunicano tra loro attraverso canali cellulari.
...
In alcune alghe pluricellulari, come Siphonocladus tropicus, le cellule sono divise da setti ma ogni cellula possiede più di un nucleo.
...
Alcune alghe, come Chara, hanno talli complessi in cui si possono distinguere strutture analoghe a foglie (filloidi), fusti (cauloidi) e radici (rizoidi).
...
Nel tallo di alcuni funghi, le cellule sono divise da pareti (setti) dotate di pori, attraverso cui possono comunicare e scambiarsi materiali.
...
Il corpo delle spugne è costituito da due "foglietti" di cellule e uno strato intermedio non cellulare che contiene cellule ameboidi.
...
Le Briofite, come muschi ed epatiche, sono piante prive di veri tessuti e, in particolare, mancanti di tessuti specializzati per la conduzione dell'acqua.

I tessuti sono aggregati di cellule strutturalmente simili che si coordinano per svolgere una funzione comune. Rappresentano un livello superiore di organizzazione cellulare e sono deputati a svolgere un ruolo particolare all'interno di un organismo. Nelle piante e negli animali superiori si formano tessuti con una grande quantità di specializzazioni. Più tessuti diversi possono associarsi tra loro a formare strutture ulteriormente organizzate, gli organi, anch'essi specializzati per svolgere particolari funzioni.

...
I tessuti della foglia sono verdi per la presenza di cloroplasti, gli organelli deputati alla fotosintesi.
...
I globuli rossi, contenenti ferro, sono le cellule del sangue deputate al trasporto dell'ossigeno.
...
Nelle cellule dei petali dei fiori sono presenti pigmenti responsabili della colorazione del fiore.
...
L'osteone, formato da un canale centrale circondato da lamelle concentriche, è l'unità funzionale del tessuto osseo compatto.
...
Gli stomi sono strutture specializzate dell'epidermide fogliare deputate a regolare gli scambi gassosi con l'esterno.
...
Le piante vascolari hanno tessuti specializzati per il trasporto dell'acqua e della linfa. Questi tessuti mancano nelle Briofite.
...
Le cellule epidermiche di alcune piante possono estroflettersi e formare peli urticanti.
...
I tuberi di patata hanno tessuti di riserva ricchi di granuli di amido.
...
Alcune cellule della radice si estroflettono a formare peli radicali per aumentare la superficie assorbente.

Fonte delle immagini: Wikimedia Commons